Una vetrina della gastronomia regionale

Abilità magistrale per una qualità elevata

Tutto quel che si trova al mercato del buon gusto, ossia tutti i prodotti offerti allo Slow Food Market passano il severo esame di qualità Slow Food. Tale esame richiede che la produzione avvenga con i metodi tradizionali artigianali, che si rinunci a quasi tutti gli additivi e che le procedure siano sostenibili per l’ambiente. Davvero una grande sfida! Perché la lavorazione naturale delle materie prime allo stato naturale richiede ai produttori specifiche abilità artigianali, una lunga esperienza, un sapere a tutto tondo e tanto amore per il prodotto.

Tramite severi controlli di qualità garantiamo ad es. che al mercato del buon gusto

  • non si vendono imitazioni del prosciutto,
  • gli insaccati non contengono zuccheri ottenuti con processi chimici,
  • i prodotti caseari e il gelato non contengono addensanti,
  • i dolci e le marmellate non contengono acido citrico,
  • i succhi non contengono estratti aromatici e
  • le bevande non contengono additivi che servono a stabilizzarli e conservarli, ossia a posticiparne la data di scadenza.

Sapere cosa si mangia

Come fa il pane a diventare così bello croccante? Cosa c’è negli insaccati? Dove crescono le mirabelle per la marmellata? Fate un giro di assaggi delle tante e svariate specialità regionali e non perdete l’occasione di fare domande alle persone che le hanno prodotte con le loro stesse mani! Una particolarità della fiera: la maggior parte dei 200 espositori sono produttori e imprenditori che lavorano artigianalmente i prodotti alimentari e sapranno darvi di persona ogni informazione in merito.

Nel regolamento dell’esposizione potete saperne di più sulla filosofia della fiera e la qualità dei prodotti esposti.